Lorem ipsum dolor amet, consectetuer adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget dolor massa. Cum sociis natoque penatibus et magnis dis parturient montes, nascetur ridiculus mus.

Baker

Follow Us:

Sal De Riso Costa d’ Amalfi

via S. Maria la neve s.n.c. – 84010 Tramonti ( Salerno )

tel. n° ( +39 ) 089 – 85 64 46 – ( +39 ) 089 – 87 69 32

e-mail : info@deriso.it

www.deriso.it

Produzione e vendita

Orari e ferie :

orario di apertura : 08.00 – 13.30 ; 14.30 – 18.00 .

Pasticceria – gelateria – caffetteria Sal De Riso

via Roma n° 80 – 84010 Minori ( Salerno )

tel. n° ( +39 ) 089 – 87 79 41

medaglia-oro-chiara
Pasticcere dell'Anno 2010

Minori, piccola perla della Costiera Amalfitana, potrebbe definirsi un presepe marino . Nonostante lo sviluppo turistico, infatti, la cittadina ha mantenuto inalterato il fascino di luogo d’ altri tempi . Risale all’ epoca dei Romani, come testimonia la villa detta appunto “ Romana ” datata primo secolo d.C. scoperta nel 1932 . Tutto il paese si affaccia sul mare e si sviluppa attorno alla Basilica di Santa Trofimena, la patrona, il cui culto risale al 4 secolo .

Salvatore De Riso, in arte Sal De Riso, Presidente dell’Accademia Maestri Pasticceri Italiani e socio fondatore dell’Accademia del Lievito Madre e del Panettone Italiano, studia come cuoco e la sua esperienza professionale inizia negli hotel della Costa d’Amalfi. Nel 1988 si mette in proprio nel suo laboratorio di Minori. E’ stato l’innovatore della pasticceria meridionale e da subito propone dolci e lievitati creativi e originali. Il suo Profiteroles al limone, la sua delizia e la torta Ricotta e pere insieme a tanti dolci moderni ma legati al territorio e alla tradizione, hanno conquistato i palati di tutto il mondo. Le sue torte e monoporzioni richiamano clienti e turisti da ogni dove per poterli degustare presso la sua pasticceria di Minori, ormai diventata una delle più importanti e conosciute d’Italia, a Roma e in Galleria a Milano presso il Motta 1928. La fama del Maestro Sal De Riso oltrepassa i confini italiani, anche grazie alle sue numerose presenze televisive sulle reti Rai e Sky. Pasticcere dell’Anno 2010/2011, riceve l’ambito premio “World Pastry Stars 2016” oltre ad altri numerosi premi e riconoscimenti.
I suoi panettoni sono considerati tra le eccellenze italiane e per questo motivo oggi è uno dei più influenti lievitisti del Paese. Il suo laboratorio artigianale è tra i più attrezzati e organizzati d’Italia e durante le festività si trasforma in una “fabbrica del panettone” dove decine di ragazzi lavorano con le mani e con il cuore. In questi anni ha ricevuto 60 premi, a livello nazionale e internazionale, collocandosi sul gradino più alto del podio e di cui 16 premi solo per i panettoni. Nel 2019 l’ultimo prestigioso premio: 1° classificato “Artisti del Panettone” con il panettone milanese.
Nel 2008 ha festeggiato i suoi primi 20 anni di attività presentando il suo primo libro: “Dolci del Sole”, edito da Rizzoli. A seguire, sono stati pubblicati nel 2009 “Dolci in famiglia” e nel 2013 “Dolci facili facili”, editi da Rizzoli. Nel 2014 pubblica il quarto libro: “Re delle Torte”, edito da Rai Eri. Infine, nel 2018 crea il lavoro editoriale “Profumo di limone”, edito da Italian Gourmet.

Tante e famose, ma tra tutte, in particolare, si distinguono le specialità a base di limone : la Delizia, i Profiterolles, i Bocconcini di Babà al Limoncello, tutte riccamente decorate con foglie di limone e frutta fresca . Altri simboli della sua pasticceria sono diventati in poco tempo il Dolce D’ Amalfi, e la famosa torta Ricotta e Pera . Il Dolce D’ Amalfi è un prodotto che rappresenta tutti i colori e i profumi della nostra terra, ha una forma che ricorda quella del sole ed ha il profumo e il gusto dell’ inconfondibile “ Sfusato ”, tipico limone della Costiera Amalfitana . Ideato per tutti coloro che visitando la Costiera vogliono portarsi via un po’ del nostro sole . La torta ricotta e pera è un gustoso equilibrio fra un ottima ricotta, nocciole di Giffoni e pere . Da non perdere, inoltre, il panettone classico, il panettone alla crema di Limoncello, colombe, la pasticceria mignon, le monoporzioni ed i famosi Babà .

Salvatore De Riso frequenta l’ Istituto Alberghiero di Stato a Salerno e lavora nel contempo come cuoco nei migliori alberghi della Costiera Amalfitana . La sua passione è la pasticceria a cui si dedica definitivamente nel 1989 . Frequenta corsi di specializzazione con i più grandi professionisti del settore . Viene ammesso primo ed unico, al tempo, nel sud Italia nella prestigiosa Accademia Maestri Pasticcieri Italiani nel 1994 . Ottiene vari riconoscimenti come la Medaglia d’ oro per la presentazione artistica a Rimini nel 1997 ; il babà più buono e più lungo del mondo ( 319,5 m. ) a Piano di Sorrento ( ’97 ) ; rappresenta l’ Italia alla manifestazione “ Stravaganza Mediterranea ” a Montecarlo, dove prepara dolci in casa del principe Ranieri . nel ’98 vince la medaglia d’ oro per il dolce d’ Amalfi che diventa torta dell’ Accademia Maestri Pasticcieri Italiani, di cui fa parte . Medaglia d’ oro per il miglior panettone gastronomico a Vicenza nel 1998 . torta più grande del mondo : un dolce di cioccolato a forma piramidale, con oltre 500 kg. di cioccolata e inseriti 300 fotogrammi di film gialli nell’ anniversario della nascita di Alfred Hitchocock ( in collaborazione con altri 9 colleghi accademici ) ( Roma 1999 ) ; Medaglia di bronzo Olimpiade di Pasticceria a Salisburgo nel 1999 . Medaglia d’ oro e targa al comune di Minori per la migliore torta di castagne nell’ ottobre 2001 in occasione di una gara fra i comuni del salernitano tenutasi a San Cipriano Picentino . Salerno 2001 : Delizia della solidarietà più grande del mondo lunga 108 m. formata da 5040 delizie a limone . All’ interno della manifestazione di “ 30 ore per la vita ” a favore dell’ AIL . Torta della solidarietà ( 2002 ) a Berlino per le vittime dei nubifragi di Dresda devastata dal maltempo . Bologna ( novembre 2003 ) concorso nazionale Accademia medaglia d’ oro per il miglior cioccolatino . Milano ( novembre 2003 ) riconoscimento all’ Expo Sapori del 2003 diploma e medaglia d’ oro come miglior dolce tipico italiano per il Dolce D’ Amalfi .